BILANCIO COMUNALE : OPPOSIZIONE A PAROLE, TAGLI E AUMENTI NEI FATTI

Genova -

Al momento dell’approvazione della durissima manovra di Berlusconi gli enti locali genovesihanno fatto a gara a chi si sarebbe opposto di piu’. Hanno promesso ogni sforzo contro la manovra e per trovare risorse compensative in grado di alleviare i disagi di cittadini e lavoratori, naturali destinatari, come sempre, delle manovre di Silvio & Giulio.

 

Passati alcuni mesi e in vista dell’approvazione del bilancio comunale possiamo fare un bilancio dello sforzo (verbale) dei nostri enti locali.

 

Tagli al trasporto, aumenti dei biglietti e privatizzazione di AMIU sono i provvedimenti concreti della giunta di Tursi. Il massimo sforzo ha prodotto, forse, il mantenimento per pochi mesi delle solite briciole ai servizi sociali.

Immaginiamo il sollievo per lavoratori ed utenti.

 

La crisi economica in atto e i tagli vengono usati per mettere a tacere qualunque obiezione, invocando strumentalmente il piano di realtà  Noi pensiamo che i tagli e la crisi ci sono, eccome, ma gli Enti locali l’opposizione l’hanno fatta solo a parole e che il piano di realtà è che le loro politiche conducono settori sempre più ampi di popolazione verso una crescente povertà.

Hanno riproposto  sempre le stesse scelte di questi anni, le uniche che conoscono, anche se gli esiti fallimentari sono sotto gli occhi di tutti (senza che però nessuno paghi mai). Basti pensare a tutto quello che è successo in AMT, o allo stato di abbandono cronico dei servizi sociali.

 

Noi pensiamo invece che le risorse SI POSSONO TROVARE ATTRAVERSO INTERVENTI FISCALI SU RENDITE FINANZIARIE, GRANDI PATRIMONI, BANCHE ED IMPRESE E LOTTA VERA ALL’EVASIONE, AUTENTICA VERGOGNA NAZIONALE

 

Ovviamente il governo nazionale non lo ha fatto, come peraltro ogni governo precedente. Ma anche la Regione, seppur con competenze piu'  limitate,  ha rinunciato ad agire sul piano fiscale.

Il comune poteva istituire tasse di scopo e non lo ha fatto. E come mai non utilizza l'opportunità fornita dalla l. 48/2005 che prevede la partecipazione dei Comuni alla lotta all'evasione fiscale con la possibilità di trattenere il 33% di quanto recuperato?

 

In occasione della presentazione del bilancio comunale lavoratori USB dei servizi sociali, dell’Amiu, dei trasporti e del Comune effettueranno un volantinaggio di protesta e denuncia contro tagli ed aumenti che colpiscono duramente lavoratori e cittadini

 

MARTEDI 7 DICEMBRE

dalle ore 14.30 di fronte a Palazzo Tursi

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni